attendere prego…

Cerca

News

News / Italia

Strategia Energetica Nazionale: arriva il piano definitivo al 2030

Il Ministro dello Sviluppo economico Calenda e quello dell’Ambiente e tutela del territorio e del mare Galletti hanno presentato il testo definitivo della Strategia Energetica Nazionale, il documento di programmazione del Governo italiano per gestire il cambiamento del sistema energetico da qui al 2030

Gli obiettivi riguardano la competitività , la sicurezza degli approvvigionamenti e l’ambiente del nostro Paese.

Phase Out L’obiettivo è la chiusura degli impianti termoelettrici a carbone al 2025. Come spiegato da Calenda “Abbiamo deciso di accettare la sfida della cessazione del carbone entro il 2025, ma per fare questo occorre realizzare le infrastrutture necessarie per gestire la crescita delle rinnovabili”. La SEN prevede un’accelerazione nella decarbonizzazione del sistema energetico,  cominciando con l’uso del carbone per intervenire poi gradualmente su tutto il settore, per conseguire i vantaggi ambientali e sanitari e contribuire al raggiungimento degli obiettivi europei di riduzione delle emissioni climalteranti.

Fonti Rinnovabili Ad oggi l’Italia ha già raggiunto gli obiettivi firmati in sede europea per il 2020, con una penetrazione di 17,5% sui consumi complessivi rispetto ad un target al 2020 di 17%. L’obiettivo da raggiungere entro il 2030, ambizioso ma perseguibile, è del 28% di rinnovabili sui consumi complessivi da declinarsi in:

  • - rinnovabili elettriche al 55% al 2030 rispetto al 33,5% del 2015,
  • - rinnovabili termiche al 30% al 2030 rispetto al 19,2% del 2015,
  • - rinnovabili nei trasporti al 21% al 2030 rispetto al 6,4% del 2015.

Efficienza Energetica L’obiettivo della SEN è di favorire le iniziative che presentano il miglior rapporto costi/benefici al fine di raggiungere nel 2030 il 30% di risparmio rispetto allo scenario 2030. Tutti i settori sono coinvolti nel processo di efficientamento.  Come spiegato dai due ministri, la SEN prevede per il settore residenziale la revisione dell’ecobonus (già dalla prossima Legge di Bilancio) secondo i criteri di efficienza della spesa, cui si affiancheranno un nuovo Fondo di Garanzia e strumenti per la finanziabilità. Nel settore terziario sono previsti contratti di prestazione energetica per riqualificare gli edifici e gli impianti. Il settore trasporti rappresenta il segmento di consumo più consistente in Italia ed ha anch'esso un notevole potenziale in termini di efficienza energetica. Afferma Galletti  “Le vetture elettriche previste al 2030 saranno quasi 5 milioni, pertanto occorre rinforzare le policies che riguardano questa filiera” . Come riferito da Calenda “Con il DAFI si è cercato di semplificare il sistema infrastrutturale, noi pensiamo che ci voglia un incentivo per svecchiare il parco circolante e andare verso dei modelli elettrici, ibridi e a gas”.

Sicurezza del sistema La SEN pone l’obiettivo di dotare il sistema energetico di strumenti innovativi di infrastrutture per garantire l’adeguatezza e il mantenimento degli standard di sicurezza, garantire flessibilità del sistema elettrico, anche grazie allo sviluppo tecnologico, in un contesto di crescente penetrazione delle fonti rinnovabili. Tra gli strumenti indicati per garantire l’adeguatezza del sistema, la SEN prevede l’avvio nel 2018 del capacity market, mantenendo la disponibilità della potenza a gas ancora necessaria.  

Come spiegato dal Ministro Calenda, la SEN prevede un totale di investimenti di 175 miliardi al 2030 divisi tra infrastrutture, fonti rinnovabili ed efficientamento. La realizzazione degli obiettivi indicati nella SEN si lega profondamente ai temi di Industria 4.0, ad esempio per quanto riguarda la gestione delle reti a fronte della crescita delle FER di piccola taglia non programmbili. L’obiettivo, conclude Calenda, è rendere tutta la politica energetica e ambientale, coerente, misurabile e consapevole.

SCARICA IL DOCUMENTO

SCARICA LA BROCHURE

SCARICA LA PRESENTAZIONE

CONDIVIDI

FACEBOOK   /   TWITTER   /   LINKEDIN

più lette

Terna e la transizione energetica
Luigi Ferraris
Amministratore Delegato di Terna
Leggi l'editoriale

notizie correlate

newsletter illumina
iscriviti

Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy

Accedi al tuo profilo
Elettricità Futura

Hai dimenticato la password?

Contatta info@elettricitafutura.it