attendere prego…

Cerca

News Room

News Room / Scelti da noi / 03-09-2020

DL Semplificazioni, ok a incentivi al fotovoltaico su cave e discariche anche su terreni agricoli

L'articolo di QualEnergia su DL Semplificazioni


Gli impianti fotovoltaici su discariche chiuse e ripristinate e cave esaurite, potranno avere gli incentivi statali anche se realizzati su aree agricole. Lo prevedono diversi emendamenti approvato dalle commissioni I e VII del Senato al dl Semplificazioni, oggi all’esame dell’Aula e sul quale il Governo porrà la questione di fiducia. Si accoglie così la richiesta di diverse associazioni del fotovoltaico, rimuovendo un ostacolo che su queste pagine abbiamo denunciato spesso e che ha frenato la partecipazione del FV ad aste e registri del Fer 1, il dm 4 luglio 2019.. Come noto, infatti, l’articolo 65 del decreto legge 24 gennaio 2012 n. 1 (convertito con legge 24 marzo 2012, n. 27) vieta l’ accesso agli incentivi statali per impianti con moduli collocati a terra in aree agricole.

Ma molte cave e discariche abbandonate sono classificate come aree agricole e dunque precluse dai bandi del Fer 1, che pure in teoria vogliono favorire proprio le installazioni su questi siti brownfield. Gli emendamento approvati (56.21 testo 2, Arrigoni – Lega, 56,60 di De Petris – Leu e l’identico 56.61 di Girotto (M5S) intervengono appunto sull’articolo 65 decreto 1/2012 stabilendo che l’esclusione dagli incentivi degli impianti su terreni agricoli (dal testo del 56.21) “non si applica (…) agli impianti solari fotovoltaici da realizzare su discariche e lotti di discarica chiusi e ripristinati, cave o lotti di cave non suscettibili di ulteriore sfruttamento per le quali l’autorità competente al rilascio dell’autorizzazione abbia attestato l’avvenuto completamento delle attività di recupero e ripristino ambientale previste nel titolo autorizzatorio nel rispetto delle norme regionali vigenti, autorizzati ai sensi dell’articolo 4, comma 2, del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, e in ogni caso l’accesso agli incentivi per tali impianti non necessita di ulteriori attestazioni e dichiarazioni”. Continua a leggere...

CONDIVIDI

FACEBOOK   /   TWITTER   /   LINKEDIN

Ultime novità da EF

Associato del mese
Parliamo di energia con innogy Italia SpA
Visita la sezione completa

Media

Latest

Iscriviti alle Newsletter Elettricità Futura
iscriviti

Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy

Accedi al tuo profilo
Elettricità Futura

Hai dimenticato la password?

Contatta info@elettricitafutura.it