attendere prego…

Cerca

Posizioni

Posizioni / Europa / 16-10-2020

Revisione della direttiva sulla tassazione dell'energia

Commissione Europea – Risposta di Elettricità Futura alla Consultazione Pubblica su una revisione della Direttiva 2003/96/EC rispondente agli obiettivi ambientali dell'UE, 14 ottobre 2020


Introduzione

Il Green Deal europeo, adottato dalla Commissione l'11 dicembre 2019, è una nuova strategia di crescita dell'UE mirata a trasformare l'Unione in una società giusta e prospera, dotata di un'economia moderna, efficiente sotto il profilo delle risorse e competitiva, che nel 2050 non genererà emissioni nette di gas a effetto serra e in cui la crescita economica sarà dissociata dall'uso delle risorse. Inoltre mira a proteggere, conservare e migliorare il capitale naturale dell'UE e a proteggere la salute e il benessere dei cittadini dai rischi di natura ambientale e dalle relative conseguenze. Per realizzare il Green Deal europeo è necessario ripensare le politiche per l'approvvigionamento di energia pulita in tutti i settori dell'economia: industria, produzione e consumo, grandi infrastrutture, trasporti, prodotti alimentari e agricoltura, edilizia, tassazione e prestazioni sociali. Un sistema di tassazione ben concepito può avere effetti diretti, inviando i giusti segnali per quanto riguarda i prezzi e incentivando l'adozione di pratiche sostenibili da parte di produttori, utenti e consumatori. La revisione della direttiva sulla tassazione dell'energia è parte integrante del Green Deal europeo e dovrebbe essere incentrata sulle questioni ambientali.
Il Green Deal europeo si pone l'obiettivo di innalzare il livello di ambizione climatica dell'UE, mirando a ridurre le emissioni di gas a effetto serra di almeno il 50%, raggiungendo il 55% entro il 2030. La revisione della direttiva sulla tassazione dell'energia fa parte di un pacchetto di riforme politiche volte a conseguire tale ambizioso traguardo e a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050: revisione della direttiva sul sistema per lo scambio delle quote di emissione, del regolamento sulla condivisione degli sforzi, del regolamento sull'uso del suolo, i cambiamenti di uso del suolo e la silvicoltura, della direttiva sull'efficienza energetica, della direttiva sulle energie rinnovabili e delle norme in materia di emissioni di CO2 per i veicoli commerciali leggeri e i furgoni, nonché una proposta relativa a un meccanismo di adeguamento delle emissioni di CO2 alle frontiere. La direttiva sulla tassazione dell'energia e il sistema per lo scambio delle quote di emissione sono strumenti complementari: occorre quindi garantire la coerenza nel quadro delle loro revisioni parallele.

CONTINUA A LEGGERE


CONDIVIDI

FACEBOOK   /   TWITTER   /   LINKEDIN

Ultime novità da EF

Media

Latest

Iscriviti alle Newsletter Elettricità Futura
iscriviti

Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy

Accedi al tuo profilo
Elettricità Futura

Hai dimenticato la password?

Contatta info@elettricitafutura.it