attendere prego…

Cerca

Posizioni

Posizioni / Mipaaf / 30-10-2019

Tracciabilità Filiera SOA per l’accesso ai meccanismi di sostegno

Elettricità Futura scrive al MIPAAF per richiedere chiarimenti

Elettricità Futura ha indirizzato una richiesta di chiarimenti alla Direzione PQAI III del MIPAAF per un chiarimento sui requisiti di accesso ai meccanismi di incentivazione per la filiera dei grassi animali.

Nella lettera si richiede di confermare che, nel caso di fornitura di grasso animale prodotto da un impianto di trasformazione di cui all’art. 24, parag. 1 lettera a) del Regolamento CE n. 1069/2009, i criteri di tracciabilità ai fini del rispetto del Contratto Quadro si applichino anche ad eventuali soggetti terzi, diversi dal punto di origine e dall’operatore elettrico, aderenti al Contratto o nell’ambito delle rispettive attività tecnologiche e/o di mercato. In particolare, si richiede che venga confermata la possibilità per un Operatore Elettrico di potersi approvvigionare non solo dai soggetti produttori di grassi animali (rendering) basati sul territorio italiano in almeno 3 diverse regioni, bensì anche da soggetti terzi che si approvvigionino dai rendering richiamati, a condizione che tutti siano aderenti al medesimo Contratto Quadro.

 

Testo integrale della lettera:

Egregio Dott. Apolito, 

Elettricità Futura, la maggiore associazione nazionale di rappresentanza dei produttori di energia, che include operatori della filiera dei bioliquidi, vorrebbe sottoporre alla Sua cortese attenzione l’urgenza di un chiarimento sui requisiti di accesso ai meccanismi di incentivazione per la filiera dei grassi animali.

La disciplina di sostegno alla produzione da fonti rinnovabili di cui al DM 2 marzo 2010 prevede che l’energia prodotta da combustibili rinnovabili ottenuti nell'ambito di intese di filiera o contratti quadro (art. 9 e 10 del decreto legislativo 27 maggio 2005, n. 102), oppure di filiere corte entro un raggio di 70 chilometri dall'impianto che li utilizza, possa avere accesso, previa opportuna verifica del rispetto dei necessari requisiti, all’incentivazione secondo il coefficiente moltiplicativo k=1,8.

In quest’ambito, con particolare riferimento ai Contratti Quadro (ivi inclusi i Contratti Tipo da questi stabiliti) per l’utilizzo energetico dei sottoprodotti di origine animale (SOA) già pubblicati sul sito Internet del Ministero delle Politiche agricole, considerato che alcuni di essi hanno ad oggetto la fornitura di grasso animale prodotto da impianti di trasformazione di cui all’art. 24 parag. 1, lettera a) del Reg. CE 1069/2009, evidenziamo che:

  • I richiamati Contratti Quadro consentono di identificare la tracciabilità dei prodotti a partire dal punto di origine individuato presso l’impianto di trasformazione (rendering) situato sul territorio italiano
  • Per ragioni di ottimale gestione della filiera o per ragioni contingenti, anche di mercato, in alcune circostanze i bioliquidi in partenza dal punto di origine possono essere ceduti a soggetti terzi, tracciati ai sensi del su richiamato Reg. CE 1069/2009 ai fini di garantire la sicurezza veterinaria, prima di giungere all’operatore elettrico finale (si cita ad esempio l’attività di filtrazione e purificazione svolta da alcuni operatori intermedi)
  • Il d. Lgs. 27 maggio 2005, n. 102 prevede che dall’applicazione dei Contratti Quadro e delle Intese di Filiera non possano emergere restrizioni della concorrenza
  • Lo stesso D. Lgs prevede l’adattamento della produzione al mercato. 

Tutto ciò premesso, vorremmo chiederLe di confermare che nel caso di specie – fornitura di grasso animale prodotto da un impianto di trasformazione di cui all’art. 24, parag. 1 lettera a) del Regolamento CE n. 1069/2009 – i criteri di tracciabilità ai fini del rispetto del Contratto Quadro si applichino anche ad eventuali soggetti terzi, diversi dal punto di origine e dall’operatore elettrico, aderenti al Contratto o nell’ambito delle rispettive attività tecnologiche e/o di mercato.

In particolare, vorremmo che venisse confermata la possibilità per un Operatore Elettrico di potersi approvvigionare non solo dai soggetti produttori di grassi animali (rendering) basati sul territorio italiano in almeno 3 diverse regioni, bensì anche da soggetti terzi (quali, a titolo esemplificativo, soggetti che compiono ulteriori lavorazioni richieste dall’Operatore Elettrico, sebbene il prodotto in uscita dal rendering possa già essere introdotto in produzione, o intermediari di prodotto) che si approvvigionino dai rendering richiamati, a condizione che tutti siano aderenti al medesimo Contratto Quadro.

CONDIVIDI

FACEBOOK   /   TWITTER   /   LINKEDIN

Ultime novità da EF

Latest

Iscriviti alle Newsletter Elettricità Futura
iscriviti

Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy

Accedi al tuo profilo
Elettricità Futura

Hai dimenticato la password?

Contatta info@elettricitafutura.it