attendere prego…

Cerca

Posizioni

Posizioni / Mise / 12-03-2021

Criticità nel mercato dei TEE - Richiesta di adozione di misure urgenti

MiTE - Lettera interassociativa di Elettricità Futura, Anigas, Assogas, IGAS e Utilitalia al MiTE, 11 marzo 2021


Illustre Ministro,
le Associazioni scriventi, che rappresentano la quasi totalità delle imprese attive nei settori della distribuzione elettrica e del gas in Italia, desiderano rappresentarLe la grande preoccupazione degli operatori per l’attuale andamento del mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (Certificati Bianchi), che sta determinando ingenti perdite economiche per i distributori, in qualità di soggetti obbligati nell’ambito del meccanismo per la promozione dell’efficienza energetica.
Come già espresso recentemente (Rif. Lettera EF-Anigas-Assogas-Igas del 16/02/2021, Lettera Utilitalia del 25/01/2021) la perdurante scarsità di TEE sul mercato, unita alla mancata approvazione del nuovo decreto ministeriale - che avrebbe dovuto introdurre disposizioni per rilanciare il meccanismo e regolamentare i nuovi obblighi di efficienza energetica 2021-2024, intervenendo anche sugli obiettivi da adempiere entro il prossimo maggio 2021 - stanno determinando pesanti ripercussioni sul settore e in particolare sui soggetti obbligati, con ingenti perdite economiche ed elevato rischio di sanzioni.
A tale situazione già estremamente preoccupante, si è aggiunta la compressione delle tempistiche dell’assolvimento dell’obbligo 2020 per effetto del DL Rilancio n.34/2020, che ha prodotto un disallineamento tra la domanda, rimasta su un livello “annuale”, e la finestra di presentazione delle offerte, ridotta invece a soli sei mesi.
I distributori, quindi, a fronte dell’attuale vuoto normativo, nel tentativo di assolvere all’obbligo assegnato, stanno acquistando sul mercato certificati bianchi a valori passati in poche sessioni di borsa dal minimo di 260 €/TEE, a un massimo di oltre 293 €/TEE, ben al di sopra del cap costituito dal contributo tariffario di 250 €/TEE fissato dall’Autorità di settore (nelle ultime due sessioni di mercato del 02.03.2021 e del 09.03.2021 si è registrato un ulteriore aumento di quasi 12,00 € e se l’andamento, come probabile, dovesse permanere, a breve i prezzi supererebbero i 300 €/TEE).
I maggiori costi sostenuti, ad oggi non recuperabili, stanno causando perdite economiche non sostenibili per i DSO.

CONTINUA A LEGGERE


CONDIVIDI

FACEBOOK   /   TWITTER   /   LINKEDIN

Ultime novità da EF

Media

Latest

Iscriviti alle Newsletter Elettricità Futura
iscriviti

Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy

Accedi al tuo profilo
Elettricità Futura

Hai dimenticato la password?

Contatta info@elettricitafutura.it