attendere prego…

Cerca

News Room

News Room / Scelti da noi / 04-01-2021

Energia eolica, meno pale ma più alte: la battaglia sarda di ERG

Il difficile equilibrio tra la tutela del paesaggio e lo sviluppo di energie rinnovabili. L'articolo del Corriere della Sera, sulle operazioni di repowering nel parco eolico del sassarese.


Il (difficile) equilibrio tra la tutela del paesaggio e lo sviluppo di energie rinnovabili che portino a un maggiore rispetto dell’ambiente. Entrambe esigenze condivise da tutti che, però, stavolta finiscono per scontrarsi tra loro. Sul terreno della giustizia amministrativa. Sul tavolo ballano 130 milioni di investimento e maggiore occupazione per 40 addetti, considerando gli indiretti, che in Sardegna contano più che altrove. Peccato che la scommessa di riconversione di un parco eolico nel sassarese da parte della multinazionale Erg, tra i comuni di Nulvi e Ploaghe, sia andato a sbattere contro la decisione del Tar della Sardegna. Meglio bloccare tutto, hanno decretato i giudici amministrativi. Ma il contenzioso finirà inevitabilmente per approdare al Consiglio di Stato.

Più importante tutelare i nuraghi della zona evitando di impattare sulla vista della vicina Basilica di Saccargia che rispettare gli obiettivi condivisi dal governo con la Commissione Ue indicati nella nuova strategia energetica nazionale. Serve un forte innalzamento della produzione dell’energia dal vento anche in un’ottica di riduzione dell’impronta di carbonio e l’intervento della Erg, che garantisce un rendimento importante di lungo termine, andrebbe in questa direzione. Continua a leggere...

CONDIVIDI

FACEBOOK   /   TWITTER   /   LINKEDIN

Ultime novità da EF

Associato del mese
Parliamo di energia con Turboden
Visita la sezione completa

Media

Latest

Iscriviti alle Newsletter Elettricità Futura
iscriviti

Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy

Accedi al tuo profilo
Elettricità Futura

Hai dimenticato la password?

Contatta info@elettricitafutura.it