attendere prego…

Cerca

News Room

News Room / Scelti da noi / 12-11-2020

Green deal? Sui target per le rinnovabili l’Italia rischia un ritardo di mezzo secolo

Il nostro Paese cresce alla velocità di 1 GW all’anno e così gli obiettivi del 2030 sarebbero raggiunti solo nel 2085: a causa di Nimby, Nimto e processi autorizzativi da semplificare a rischio 90mila posti di lavoro. L'articolo di GreenReport sulla nostra campagna


Mentre il mondo sembra avviarsi verso una vera decarbonizzazione della produzione dell’energia elettrica, come testimonia il rapporto  “Renewables 2020 – Analysis and forecast to 2025” pubblicato ieri dall’International energy agency (Iea) che certifica l’ascesa delle rinnovabili nell’intero pianeta, l’Italia arranca con una crescita annua a passo di lumaca: +1 GW. E che la porterebbe a raggiungere “gli obiettivi del 2030 nel 2085”. Un ritardo di 55 anni, un vero record negativo. Insomma, messa così, la ‘transizione energetica’, secondo Elettricità Futura che ha lanciato non a caso una campagna social di sensibilizzazione per diffonderne la cultura, è una grandissima opportunità che il nostro Paese “non sta cogliendo”.

Il settore delle rinnovabili, infatti, ha “degli obiettivi chiari da qui al 2030 che da un punto di vista industriale non è un termine lunghissimo”, ma la situazione “è molto grave”. A dirlo è Agostino Re Rebaudengo, presidente Elettricità Futura, intervenuto alla web conference ‘La spinta delle rinnovabili e dell’efficienza energetica per il rilancio dell’economia nazionale. Le iniziative del Gse’ nell’ambito di Key energy.

L’Europa ha alzato il tiro e, spiega Re Rebaudengo, “nelle prossime settimane sapremo definitivamente se l’obiettivo di decarbonizzazione sarà di -55% o -60% (rispetto al 1990, ndr). Restando al -55% vuol dire nel solo settore elettrico italiano 100 mld di euro investimenti e 90mila nuovi posti di lavoro. Il che si traduce nella messa a terra degli impianti o sui tetti di 65 Gw di nuova potenza da fonte rinnovabile nel nostro paese, che vorrebbe dire arrivare ad un totale di 120 Gw installato al 2030″. Continua a leggere...

CONDIVIDI

FACEBOOK   /   TWITTER   /   LINKEDIN

Ultime novità da EF

Associato del mese
Parliamo di energia con Turboden
Visita la sezione completa

Media

Latest

Iscriviti alle Newsletter Elettricità Futura
iscriviti

Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy

Accedi al tuo profilo
Elettricità Futura

Hai dimenticato la password?

Contatta info@elettricitafutura.it