attendere prego…

Cerca

Posizioni Associative

Posizioni Associative / Arera / 25-06-2020

Emergenza COVID-19: Lettera interassociativa su incremento morosità

 

Elettricità Futura, AIGET, ANIGAS, ASSOGAS, Energia Libera, IGAS e Utilitalia, associazioni rappresentative degli operatori del settore elettrico e del gas esprimono un generale apprezzamento per gli interventi adottati dall’Autorità in questi mesi volti a far fronte alle esigenze dei clienti garantendo al contempo la sostenibilità dell’intero sistema. 

In considerazione di quanto sopra intendiamo evidenziare ulteriori aspetti relativi in particolare alle gravi difficoltà che le imprese di vendita si trovano ad affrontare nell’attuale situazione che sconta gli effetti ancora in essere del contesto emergenziale riguardo al problema della morosità.

Come evidenziato dai dati richiesti dall’Autorità agli operatori, i venditori stanno registrando un incremento significativo dei livelli di morosità dei clienti finali, sia per effetto delle misure di sospensione dei distacchi messe in atto, sia in generale per le difficoltà economiche in cui versano famiglie e imprese che sono destinate a protrarsi anche dopo il superamento della fase emergenziale. A ciò si sta aggiungendo l’effetto delle nuove disposizioni previste dalla Legge di Bilancio 2020 che, allungando le tempistiche di messa in mora del cliente, hanno l’effetto di incrementare ulteriormente il livello di morosità generale.

Riteniamo pertanto necessario individuare tempestivamente una soluzione strutturale per compensare la morosità straordinaria già in atto nel 2020 e che si proietterà nel 2021, sia per i venditori del mercato libero che per quelli in tutela, in entrambi i settori, elettrico e gas, in quanto le componenti PCV e RCV, rispettivamente per il mercatoli libero e per la maggior tutela per il settore elettrico, e QVD, per quello del gas, fissano la morosità riconosciuta sui dati storici (unpaid a 24 mesi) non rappresentativi della situazione attuale.

Nello specifico auspichiamo l’Introduzione a breve di meccanismi puntuali di reintegro dei crediti in favore dei venditori, sia per il mercato libero che per il mercato tutelato, per entrambi i settori, che riconoscano il differenziale tra la morosità effettiva registrata e quella riconosciuta nell’ambito delle componenti commercializzazione.

Inoltre, sia per il mercato tutelato che per il mercato libero, per entrambi i settori elettrico e gas, dovrebbero essere rivisti i criteri di quantificazione della componente morosità per l’anno 2021, rispettivamente per RCV e PCV e QVD, introducendo dei correttivi rispetto ai dati risultanti dall’unpaid ratio a 24 mesi che fotograferebbero una situazione pre-crisi.

Appare, infine, opportuno rivalutare l’introduzione, almeno in questa fase, di nuovi strumenti di contrasto della morosità per evitare comportamenti opportunistici volti ad evitare il pagamento della morosità accumulata in questi mesi (es. blocco temporaneo dello switching per i clienti morosi in analogia a quanto stanno facendo altri paesi come la Spagna, individuando soluzioni che evitino di comportare aggravi gestionali alle imprese della filiera non direttamente impattate dagli effetti più sopra esposti).

Al fine di salvaguardare l’equilibrio economico, finanziario e operativo dei venditori e poter continuare ad offrire il miglior servizio possibile ai consumatori, auspichiamo pertanto l’apertura in tempi brevi di un tavolo di confronto tra Autorità e operatori e l’avvio di una specifica consultazione per l’introduzione tempestiva dei meccanismi proposti tale da consentire il pagamento di un primo acconto entro il corrente anno a valere sul fondo COVID appositamente stanziato.

SCARICA LA LETTERA

 

 

 

CONDIVIDI

FACEBOOK   /   TWITTER   /   LINKEDIN

Ultime novità da EF

Associato del mese
Parliamo di energia con innogy Italia SpA
Visita la sezione completa

Latest

newsletter sharing new energy
iscriviti

Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy

Accedi al tuo profilo
Elettricità Futura

Hai dimenticato la password?

Contatta info@elettricitafutura.it