attendere prego…

Cerca

Posizioni Associative

Posizioni Associative / Terna / 07-02-2020

Partecipazione al progetto pilota UVAM dei punti non trattati su base oraria

Osservazioni di Elettricità Futura


Elettricità Futura accoglie positivamente l’apertura alla partecipazione da parte dei punti non trattati orari al progetto pilota sulle Unità Virtuali Abilitate Miste (UVAM), proseguendo nell’azione di sperimentazione di nuove forme di partecipazione al MSD.

Alla luce dell’ampliamento della platea delle risorse ammesse a partecipare al progetto, chiediamo che sia opportunamente aumentato il contingente di potenza da assegnare con le aste, in accordo con quanto anticipato in occasione della pubblicazione della procedura di approvvigionamento a termine delle riserve di dispacciamento fornite dalle UVAM per l’anno 2020, anche in considerazione del fatto che il contingente ad oggi previsto è stato interamente saturato con la prima asta annuale.
Riguardo ai requisiti necessari per consentire la partecipazione dei punti non trattati orari alla sperimentazione, la teleleggibilità dei misuratori da parte del gestore di rete è una condizione essenziale, in quanto non sarebbe economicamente sostenibile per il gestore stesso la messa a disposizione a Terna di dati di misura raccolti “fuori linea” con modalità alternative alla telelettura.
Considerato inoltre che, per i casi in cui le risorse partecipanti all’UVAM siano dotate di contatore 1G o 2G non a regime, il distributore sarebbe in grado di fornire a Terna soltanto dati non validati utilizzati anche ai fini della determinazione di partite economiche, andrebbero manlevati il gestore di rete e il BSP da responsabilità e oneri penalizzanti.

Desideriamo inoltre evidenziare, come meglio illustrato in risposta agli spunti di consultazione, che i requisiti e gli adempimenti previsti per la registrazione, la trasmissione e la verifica delle misure, risultano in molti casi troppo stringenti per consentire una reale partecipazione al progetto da parte di unità di piccole dimensioni, mettendo così a rischio la finalità stessa di una sperimentazione efficace ed accessibile anche a risorse non dotate di misure orarie validate, che la consultazione si prefigge.

CONTINUA A LEGGERE

CONDIVIDI

FACEBOOK   /   TWITTER   /   LINKEDIN

Ultime novità da EF

Associato del mese
Parliamo di energia con innogy Italia SpA
Visita la sezione completa

Latest

newsletter sharing new energy
iscriviti

Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy

Accedi al tuo profilo
Elettricità Futura

Hai dimenticato la password?

Contatta info@elettricitafutura.it