attendere prego…

Cerca

Policy

Policy / Mercato e Reti / 20-07-2021

Elettricità Futura - Osservazioni DCO modifica Codice di Rete n°47

Elettricità Futura ha trasmesso le proprie osservazioni a Terna in relazione alla Consultazione n.47 per la modifica del Codice di Rete.


Elettricità Futura ritiene condivisibile la proposta di Terna di revisione del processo di definizione del dimensionamento delle riserve FRR (Frequency Restoration Reserves) e RR (Replacement Reserve) ottemperando agli adempimenti previsti dalla normativa europea (Regolamento UE 1485/2017) tramite l’aggiornamento degli Allegati A.22, A.31 e del Capitolo 4 del Codice di Rete.

Tuttavia, si ritiene necessario fare maggiore chiarezza in relazione ad alcuni punti dei documenti in consultazione. In particolare:

  • Si richiede di rivedere i paragrafi 4.3.3. e 4.3.5. dell’Allegato A.22, facendo esplicito riferimento all’art.157(2)(i) del Regolamento (UE) 2017/1485 e distinguendo tra sbilanciamenti negativi e positivi in base alla tipologia di riserva per cui si effettui il dimensionamento;
  • si richiede che Terna garantisca piena trasparenza sulle proprie stime, pubblicando per tempo e rendendo disponibili agli operatori i risultati derivanti dal calcolo del fabbisogno totale di riserva terziaria pronta a salire utilizzato per il calcolo della capacità essenziale per l’anno N+1;
  • in relazione alla possibile revisione degli intervalli di fattibilità in funzione dell’aggiornamento dei dati tecnici, si ritiene necessario dare rapida implementazione a quanto indicato da ARERA al punto 17 della Delibera 218/2021/R/eel per tenere conto di subentrate avarie o disservizi dell’unità abilitata;
  • si ritiene importante per i titolari dell’UVAM consentire di aggiornare la Baseline in modalità “continua”, cioè con le stesse modalità e tempi previsti per la variazione dati tecnici sul sistema SCWeb (RUP dinamico) e che questa baseline aggiornata sia valida per tutti i periodi quartorari successivi salvo ulteriori successive modifiche.

 

Visualizza il testo integrale delle Osservazioni


Osservazioni generali

Elettricità Futura ritiene condivisibile la proposta di Terna di revisione del processo di definizione del dimensionamento delle riserve FRR (Frequency Restoration Reserves) e RR (Replacement Reserve) ottemperando agli adempimenti previsti dalla normativa europea (Regolamento (UE) 1485/2017) tramite l’aggiornamento degli Allegati A.22, A.31 e del Capitolo 4 del Codice di Rete.

Riteniamo, tuttavia, che sia necessario fare maggiore chiarezza in relazione ad alcuni punti dei documenti in consultazione. In particolare:

  • I paragrafi 4.3.3. e 4.3.5. dell’Allegato A.22, che trattano, rispettivamente, i fabbisogni di riserva terziaria di sostituzione a salire e a scendere, sono stati aggiornati in conformità con i criteri probabilistici definiti all’art.157(2)(h) del Regolamento (UE) 2017/1485, approvato con Delibera 202/2020/R/eel, ma non richiamano espressamente il punto 157(2)(i) del medesimo regolamento. Il punto in oggetto tratta gli sbilanciamenti negativi del blocco LFC come elemento stocasticamente necessario per definire il dimensionamento della riserva negativa FRR. Chiediamo di rettificare i paragrafi 4.3.3. e 4.3.5. dell’Allegato A.22 siano rivisti, facendo esplicito riferimento all’art.157(2)(i) del Regolamento (UE) 2017/1485 e distinguendo opportunamente tra sbilanciamenti negativi e positivi in base alla tipologia di riserva per cui si effettui il dimensionamento.
  • Con riferimento all’aggiornamento dell’Allegato A.31 ed in particolare alla nuova metodologia proposta (cfr. pag. 11 dell’Allegato in consultazione), secondo la quale la capacità essenziale di riserva terziaria pronta per ciascun UdD sarà calcolata sulla base dei valori attesi di fabbisogno di riserva pronta a salire dell’aggregato per l’anno N+1, chiediamo che Terna garantisca piena trasparenza sulle proprie stime, pubblicando per tempo e rendendo disponibili agli operatori i risultati derivanti dal calcolo del fabbisogno totale di riserva terziaria pronta a salire utilizzato per il calcolo della capacità essenziale per l’anno N+1. In base a tali informazioni, infatti, potrebbe mutare la quantità di capacità essenziale giudicata necessaria e riconosciuta agli operatori che gestiscono impianti essenziali per la sicurezza del sistema. La pubblicazione di questi dati potrebbe avvenire contestualmente agli adempimenti previsti dall’articolo 63.1 della Delibera 111/06, riportato di seguito: “Entro il 31 ottobre di ciascun anno Terna predispone e pubblica sul proprio sito internet l’elenco degli impianti essenziali per la sicurezza del sistema elettrico valido per l’anno solare successivo, formato secondo le modalità definite, nel rispetto dei criteri di cui al presente articolo, nel Codice di Rete.”
  • Con riferimento al paragrafo 2 dell’Allegato A.22 e ai Par. 4.8.2, 4.9.1 e 4.9.5.1 del Capitolo 4 del Codice di Rete, accogliamo le proposte di aggiornamento realizzate da Terna relative alla definizione delle tempistiche per la comunicazione da parte degli UdD dei dati tecnici necessari alla fase di programmazione, ma, in relazione alla possibile revisione degli intervalli di fattibilità in funzione dell’aggiornamento dei dati tecnici, riteniamo necessario dare rapida implementazione (entro e non oltre la scadenza proposta) a quanto indicato da ARERA al punto 17 della Delibera 218/2021/R/eel e riportato di seguito: [Gli intervalli di fattibilità] vengono altresì rivisti da Terna per tenere conto di subentrate avarie o disservizi dell’unità abilitata (tale revisione è operabile fin dall’avvio di XBID in relazione alle ore che saranno oggetto di una ulteriore sottofase di MSD ex-ante, mentre sarà operabile entro la fine di giugno 2022 per le ore che non sono oggetto di ulteriori sottofasi di MSD ex-ante al fine di consentire a Terna di implementare le modifiche necessarie ai propri sistemi informatici.”
  • Tempistiche comunicazione e aggiornamento baseline UVAM: In considerazione dell’avvio del mercato intraday continuo che fornirà agli operatori segnali di prezzo fino ad 1h dalla delivery, con possibili impatti sulla programmazione dei punti di prelievo e immissione, riteniamo importante per i titolari dell’UVAM consentire di aggiornare la Baseline con una tempistica il più possibile prossima al tempo reale. Proponiamo quindi un aggiornamento della baseline in modalità “continua”, cioè con le stesse modalità e tempi previsti per la variazione dati tecnici sul sistema SCWeb (RUP dinamico) e che questa baseline aggiornata sia valida per tutti i periodi quartorari successivi salvo ulteriori successive modifiche.

CONDIVIDI

FACEBOOK   /   TWITTER   /   LINKEDIN

Ultime novità da EF

Latest

Iscriviti alle Newsletter Elettricità Futura
iscriviti

Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy

Accedi al tuo profilo
Elettricità Futura

Hai dimenticato la password? Clicca qui

Non hai le tue credenziali di accesso? Creale adesso >>>