attendere prego…

Cerca

Policy

Policy / Efficienza energetica, generazione distribuita e microcogenerazione / 08-04-2021

Gruppo di Autoconsumatori di energia rinnovabile che agiscono collettivamente e comunità di energia rinnovabile

GSE - Osservazioni di Elettricità Futura alla consultazione sull’autoconsumo collettivo e sulle comunità di energia rinnovabile, 07 aprile 2021


Osservazioni di Elettricità Futura

Elettricità Futura accoglie con favore la consultazione sull’autoconsumo collettivo e sulle comunità di energia rinnovabile, con particolare riferimento alla possibilità di rivedere alcuni aspetti descritti nelle Regole Tecniche del GSE, raccogliere proposte sui possibili servizi finalizzati a favorire la partecipazione delle autorità locali e delle PA alle comunità di energia rinnovabile, e raccogliere proposte migliorative sulle misure introdotte in ottica di recepimento della direttiva RED II. Si riportano di seguito le osservazioni dell’Associazione sui singoli spunti di consultazione.

Spunto di consultazione 1
Quale potrebbe essere una più ampia definizione da dare alle “autorità locali” e che sia coerente con i razionali contenuti nella Direttiva RED II? Quale elenco potrebbe essere considerato per meglio definirle? Elettricità Futura accoglie con favore la possibilità di prevedere una più ampia definizione da dare alle “autorità locali”, ritenendo tuttavia necessario definire con chiarezza gli ambiti e i criteri da applicare. L’assimilazione delle autorità locali alle amministrazioni locali di cui all’elenco ISTAT potrebbe, infatti, creare delle distorsioni nel caso di iniziative avviate nell’ambito di procedure pubblicistiche (gare pubbliche per la realizzazione di lavori e servizi). In tali ipotesi, invero, le tempistiche correlate alla partecipazione ai bandi, alla contrattualizzazione delle iniziative e all’implementazione e messa in esercizio dei servizi e degli impianti contrattualizzati, potrebbe mal conciliarsi o sovrapporsi con la creazione di una comunità energetica con impatti sulla natura e dimensione degli investimenti avviati.
Tanto premesso, si ritiene ragionevole estendere la definizione di autorità locali - ricomprendendo i soggetti presenti nell’elenco ISTAT - con il solo limite di non pregiudicare lo svolgimento di bandi già avviati, in corso, conclusi o oggetto di ricorsi giurisdizionali. Si potrebbe poi valutare di inserire tra le condizioni contrattuali che disciplinano i rapporti tra l’amministrazione locale/ente (es. ospedaliero) ed il singolo operatore aggiudicatario del contratto, la possibilità per lo stesso di valutare l’opportunità che l’impianto partecipi alla comunità energetica.

CONTINUA A LEGGERE


CONDIVIDI

FACEBOOK   /   TWITTER   /   LINKEDIN

Ultime novità da EF

Latest

Iscriviti alle Newsletter Elettricità Futura
iscriviti

Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy

Accedi al tuo profilo
Elettricità Futura

Hai dimenticato la password? Clicca qui

Non hai le tue credenziali di accesso? Creale adesso >>>