attendere prego…

Cerca

Pubblicazioni

Pubblicazioni / Studi e Approfondimenti / 02-12-2021

Biomass Supply Report 2021

Pubblicato il “Biomass Supply Report 2021” di Bioenergy Europe


Il 30 novembre Bioenergy Europe ha pubblicato il Rapporto Statistico 2021 incentrato sulla fornitura di biomasse. Il report fornisce le statistiche più recenti riguardanti lo stato di avanzamento della fornitura di biomassa, la gestione delle foreste e del territorio, il potenziale della biomassa agricola per i prossimi anni e molto altro ancora.

La bioenergia si basa fondamentalmente sull'immissione di biomassa derivata da materiale organico. La maggior parte sono residui e sottoprodotti come segatura e trucioli delle industrie forestali, residui agricoli dell'agricoltura e rifiuti organici dell'industria alimentare e delle bevande, ma anche dalla raccolta municipale. La materia prima principale è la biomassa legnosa che rappresenta il 70%, mentre la biomassa agricola e di scarto rappresentano quote minori, rispettivamente del 20% e del 10%. In molti scenari politici europei e percorsi internazionali di mitigazione dei cambiamenti climatici, si prevede che la quota di biomassa e residui agricoli cresca in modo significativo poiché una maggiore attenzione alla bioeconomia circolare aumenta l'utilizzo dei materiali e la valorizzazione dei prodotti di scarto.
                                       

Come abbiamo visto negli ultimi anni, tempeste più forti, estati più calde e secche e inverni più miti stanno aumentando il numero di perturbazioni. La maggiore frequenza di eventi estremi rappresenta una grave minaccia per la sopravvivenza degli ecosistemi forestali ed è importante agire per preservarli. L'unico modo per mitigare il crescente numero di fenomeni che si stanno verificando è supportare la gestione attiva delle foreste per ridurre concretamente i fattori di rischio che contribuiscono a questi eventi negativi. Da questo punto di vista, la bioenergia svolge un ruolo importante perchè impiega legno di bassa qualità che non può soddisfare la qualità o le caratteristiche richieste dalle industrie di segheria. Questa valorizzazione può quindi aiutare a sostenere i costi e fornire finanziamenti per migliorare la salute delle foreste ed arginare questi fenomeni.

Bioenergy, attraverso lo studio, lancia alcune raccomandazioni:
1. la silvicoltura è, e dovrebbe rimanere, di competenza degli Stati membri. Le foreste in Europa variano notevolmente in base alle differenze geografiche e climatiche. Non è quindi possibile regolamentare le specificità della gestione forestale sostenibile a livello europeo, ma piuttosto secondo il principio di sussidiarietà, che dovrebbe essere affrontato dalle autorità nazionali, regionali o locali, comprese quelle dei paesi terzi;
2. promuovere un approccio integrato alla conservazione della biodiversità forestale;
3. sostenere la bioeconomia: la fornitura di materie prime incoraggerà la necessaria transizione da un'economia basata sui fossili a una sulle bioenergie.

SCARICA IL POLICY BRIEF


CONDIVIDI

FACEBOOK   /   TWITTER   /   LINKEDIN

Ultime novità da EF

Latest

Iscriviti alle Newsletter Elettricità Futura
iscriviti

Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy

Accedi al tuo profilo
Elettricità Futura

Hai dimenticato la password? Clicca qui

Non hai le tue credenziali di accesso? Creale adesso >>>