attendere prego…

Cerca

News

News / News / 22-07-2021

Investimenti per la transizione ecologica: il nostro webinar con AIEE

Il 14 luglio la Commissione europea ha presentato il pacchetto Fit for 55, nella stessa giornata gli investimenti per la transizione sono stati al centro del nostro webinar organizzato con AIEE. Disponibili il video, le presentazioni e un resoconto del dibattito.


Il 14 luglio la Commissione europea ha presentato il pacchetto Fit for 55, le misure che daranno attuazione e architettura normativa al Green Deal e permetteranno di attivare gli investimenti necessari per raggiungere il target 55% di riduzione delle emissioni di CO2 al 2030. 
Nella stessa giornata, gli investimenti per la transizione energetica sono stati al centro del webinar che Elettricità Futura ha organizzato in collaborazione con AIEE. Il dibattito ha approfondito dal punto di vista del settore elettrico le principali novità del Fit for 55, tra cui l’introduzione del Carbon Border Adjustment Mechanism (CBAM), la revisione della Direttiva ETS, delle Direttive sulle Rinnovabili (REDII) e l’Efficienza Energetica (EED) e la revisione della Direttiva sulla Tassazione dei Prodotti Energetici.

In apertura dei lavori, Agostino Re Rebaudengo, Presidente Elettricità Futura, ha ricordato che il raggiungimento del target Green Deal in Italia implica il passaggio dal 38% di rinnovabili dei consumi elettrici ad oltre il 70% nel 2030, grazie all’installazione di 70 nuovi GW di energia rinnovabile. Arrivare all’obiettivo permetterà la creazione di 90.000 nuovi posti di lavoro nel settore elettrico e l’avvio di 100 miliardi di euro di investimenti privati, risorse che si mobiliteranno soltanto a fronte di efficaci semplificazioni della burocrazia che rallenta la fase autorizzativa degli impianti.

Carlo di Primio, Presidente AIEE, ha sottolineato che la priorità adesso è impegnarsi nella transizione energetica come occasione unica per rilanciare la crescita dell’Italia e consentire la mole di investimenti richiesta per gli obiettivi al 2030. Da un lato ci sono l’attenzione e l’impegno degli operatori verso il tema gli investimenti, dall’altro le difficoltà di natura burocratica che complicano la traduzione degli obiettivi in progetti.

Andrea Zaghi, Direttore generale Elettricità Futura, ha delineato il quadro di opportunità per il settore elettrico aperto dalla nuova strategia per la finanza sostenibile della Commissione europea. L’intento della Sustainable Finance Strategy è indirizzare il necessario flusso di risorse finanziarie per realizzare il Green Deal favorendo la diffusione di attività e tecnologie sostenibili.

Quando un’attività economica può dirsi sostenibile? Al webinar lo ha spiegato Stella Benfatto, Advisor, Wholesale Markets, Investment Lead, Eurelectric, approfondendo la tassonomia europea delle attività sostenibili. E’ la classificazione delle attività in base al loro contributo a sei obiettivi climatici/ambientali: mitigazione e adattamento al cambiamento climatico, uso e tutela delle risorse idriche e marine, transizione verso l’economia circolare, prevenzione e controllo dell’inquinamento e protezione della biodiversità e della salute degli eco-sistemi.

Il webinar si è arricchito con il punto di vista di un operatore finanziario, condiviso da Valerio Capizzi, Head of Energy EMEA at ING Bank NV. Ha ricordato il ruolo chiave del settore bancario nell’indirizzare le scelte di investimento verso la sostenibilità, portando ad esempio l’esperienza di ING nel finanziare progetti legati alla transizione energetica e approfondendo anche i fattori su cui si dovrà ancora lavorare per favorire ulteriormente gli investimenti.

La realizzazione del Green Deal ha anche come presupposto lo sviluppo della rete di trasmissione in ottica di sostenibilità. Al webinar è intervenuto Luca Piemonti, Head of Grid Planning and Interconnections, Terna, che ha esposto l’impegno di Terna a supporto degli obiettivi al 2030, un impegno confermato dal Piano di Sviluppo 2021 recentemente presentato. Il Piano prevede oltre 18 miliardi di investimenti per la transizione ecologica e la ripresa del Paese, un aumento del 25% rispetto al precedente piano decennale degli investimenti per l’integrazione delle fonti rinnovabili, la decarbonizzazione e la sostenibilità.

Alla tavola rotonda sugli investimenti per la transizione energetica hanno preso parte Mattia Sica, Direttore Settore Energia, Utilitalia, Pietro Pacchione, Vice Presidente Elettricità Futura, Responsabile dell’Asset Management e Project Develompment, Tages Capital SGR S.p.a., Filippo Rodriguez, Responsabile Sostenibilità Italia, Enel S.p.a., Chair WG Sustainability di Eurelectric, Filippo Stefanelli, Managing Director Power Generation, Renewables, Energy Services Acea S.p.a., CEO Acea Produzione S.p.a., CEO Acea Sun Capital S.r.l., sostituto Board Eurelectric per l'Italia e Giovanni Battista Zorzoli, Consigliere AIEE.

             

I relatori si sono confrontati sulle azioni necessarie per sbloccare gli investimenti privati per centrare gli obiettivi del Green Deal al 2030, in primis la semplificazione burocratica. Con l’attuale mole di burocrazia che caratterizza la fase autorizzativa degli impianti, tanto dei nuovi quanto degli interventi per efficientare gli esistenti, gli obiettivi del Green Deal al 2030 verranno raggiunto dall’Italia solo nel 2090.

SCARICA LA PRESENTAZIONE DI EURELECTRIC

SCARICA LA PRESENTAZIONE DI TERNA

GUARDA LA REGISTRAZIONE DEL WEBINAR



CONDIVIDI

FACEBOOK   /   TWITTER   /   LINKEDIN

Ultime novità da EF

Latest

Iscriviti alle Newsletter Elettricità Futura
iscriviti

Ho letto e accetto l’informativa sulla privacy

Accedi al tuo profilo
Elettricità Futura

Hai dimenticato la password? Clicca qui

Non hai le tue credenziali di accesso? Creale adesso >>>